Home – ITALIANO

PER CHIUDERE I MACELLI E GLI ALLEVAMENTI

Finanziamenti ad alternative etiche e sostenibiliper un mondo senza macelli

Secondo l’IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change), abbiamo circa 6 anni per evitare il punto di non ritorno climatico. Le emissioni dei gas serra hanno raggiunto livelli mai visti prima su questo pianeta. Dal 15% al 51% sono dovuti al consumo di carne tradizionale. 

Esistono alternative etiche in grado di produrre la stessa quantità di carne con il 96% di emissioni serra in meno.

Le alternative per salvare il mondo esistono già!

Aiutaci a chiedere ai politici di intervenire prima che sia troppo tardi.

*Iniziativa dei Cittadini Europei (European Citizens’ Initiative)

Für die Tiere

PER GLI ANIMALI

Secondo le stime della FAO*, circa 80 miliardi di animali terrestri – in larghissima parte pollame, suini, ovini e bovini – vengono uccisi ogni anno.

Für die Erde

PER IL PIANETA

Secondo un rapporto della FAO*, il 18% delle emissioni globali di gas serra sono 
causate dall’agricoltura animale.

Für unsere Gesundheit

PER LA NOSTRA SALUTE

Gli allevamenti intensivi sono tra le cause scatenanti di pandemie quali la Sars, l’aviaria e l’influenza suina.

*Food and Agriculture Organization of the United Nations (…)

End The Slaughter AgeChi siamo? La nostra campagna:

End The Slaughter Age (ETSA) è un’organizzazione internazionale creata con l’obiettivo di porre fine allo sfruttamento animale. Per fare questo, tra le varie iniziative, ha creato un’omonima Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) con due proposte specifiche che mirano a riconvertire allevamenti e macelli per un mondo più etico e sostenibile.

Abbiamo deciso di sottoporre alla Commissione Europea un progetto suddiviso in due punti:

Mitgefühl mit Tieren

La raccolta delle firme per la ICE richiederà almeno 7 Stati membri e 1.000.000 di firme in tutta Europa.
Si può firmare anche 
qui.

ETICa

ETSA si batte apertamente contro lo specismo ma è consapevole che il mondo non diventerà antispecista domani e nel frattempo miliardi di animali continueranno ad entrare nei macelli. 

Proponiamo quindi un cambiamento sistemico: se quest’Iniziativa dei Cittadini Europei raggiungerà la soglia richiesta non potrà essere ignorata dalla Commissione Europea e le leggi dovranno cambiare.

Crediamo che raggiungere un simile obiettivo indurrebbe alla diminuzione del consumo di carne e una maggiore sensibilità verso gli altri animali, diventando così un catalizzatore per il processo di sradicamento del pensiero specista.

GIUSTIZIA

L’obiettivo finale di End The Slaughter Age (ETSA) è l’abolizione e la criminalizzazione di tutte le forme di oppressione e sfruttamento degli altri animali. Per questo diamo estrema importanza ai Santuari e Rifugi per animali liberi, luoghi gestiti da attivisti e volontari che spesso hanno problemi economici, anche e soprattutto a causa di una classe politica che li ignora.

Per questo, oltre agli obiettivi già elencati, ETSA si batte affinché queste strutture ottengano riconoscimento legale e finanziamenti pubblici in tutta Europa e diventino la dimora di molti degli animali che ancora oggi vengono imprigionati e uccisi per avidità umana.

SOSTENIBILITÀ

Pandemie, riscaldamento globale, deforestazione, inquinamento degli oceani, fame nel mondo, distruzione degli ecosistemi, continue estinzioni di specie e molto altro possono essere fermati. Le alternative etiche con cui End The Slaughter Age propone di sostituire i prodotti animali emettono il 96% in meno di emissioni di gas serra e richiedono il 96% di risorse in meno per produrre la stessa quantità di carne.

Quali sono queste alternative?

Spostando i fondi agricoli dall’industria zootecnica alle alternative permetterebbe di ridurre i prezzi degli alimenti vegetali, fondamentali per la nostra salute, o a base vegetale.

Cos'è L'Agricoltura Cellulare?

L’Agricoltura Cellulare è un nuovo ramo tecnologico che permette la produzione di carne, latte, uova, ossa, pelle e molto altro materiale organico direttamente in laboratorio, partendo da poche cellule che si moltiplicano quasi all’infinito.

La meraviglia di questa frontiera del food è che le cellule vengono prelevate attraverso una biopsia che non provoca all’animale non umano alcun dolore, e potrà vivere sano, felice e, sopratutto, libero. 

Il primo hamburger di manzo coltivato nel 2013 costava 250.000 €, mentre oggi ne costa solo 8 €. Il prezzo è sceso molto, ma è ancora troppo caro. L’industria zootecnica sta esercitando pressioni sulla politica attraverso i lobbisti per contrastare questa innovazione.

Al momento è possibile acquistare carne coltivata solo in luoghi specifici in Israele e Singapore.

Laborfleisch

Sulla nostra cartina è riportato un elenco dei santuari, dei rifugi per animali e delle organizzazioni che supportano l’ICE di End The Slaughter Age:

Più di 170 Sostenitori

Luigi Piccirillo - Consigliere Regionale Lombardia
Luigi Piccirillo
Consigliere Regionale Lombardia
Paolo Bernini - Deputato
Paolo Bernini
Deputato
Paolo Barnard - Gioarnalista d'inchiesta
Paolo Barnard
Giornalista d'inchiesta
Laura Ferrara - Eurodeputata
Laura Ferrara
Eurodeputata
Andrea Zanoni - Consigliere Regionale Veneto
Andrea Zanoni
Consigliere Regionale Veneto
Elisa di Eusanio - Attrice
Elisa Di Eusanio
Attrice

Vuoi aiutarci anche tu? ICE, volantini e donazioni

Tutte le donazioni andranno alla fondazione Save The Chickens che è l’unico finanziatore di End The Slaughter Age e che promuove la ricerca scientifica sulle carni coltivate.